Impermeabilizzazione di nuova struttura residenziale cantiere zona Rozzano (MI)

L’impermeabilizzazione di una nuova struttura residenziale in una zona dove la falda possa interagire con la fondazione della struttura stessa, ha visto l’impiego di una soluzione mista, basata sia su prodotti bentonitici (teli bentonitici) che di malte impermeabilizzanti elastiche.

Il cantiere in questione ha visto inoltre la presenza (data la vicinanza a strutture preesistenti) della creazione di una palificata a rinforzo sia dello scavo che della nuova costruzione.

La flessibilità e la semplicità d’impiego dei prodotti bentonitici e delle malte della PROIND S.r.l. ha permesso inoltre l’adattabilità anche a soluzioni apparentemente complesse come questa. Infine, e non ultima, tutte queste soluzioni sono state poste in opera con un’attenzione volta anche alla sicurezza in cantiere, pertanto senza l’uso di fiamme libere ma con prodotti che ogni impresa può facilmente impiegare.

Teli bentonitici

In fondazione sono posti in opera i teli bentonitici BENTOGEO GRIP TG (con certificato CE di conformità del controllo della produzione in fabbrica N. 1982 – CPR – 538 e Dichiarazione di Prestazione (DoP) secondo la UNI EN 13491). Per quanto riguarda le porzioni verticali (palificata) sono stati utilizzati i teli BENTOGEO GRIP TP (più leggeri e comodi nel loro utilizzo ma che analogamente sono certificati CE con Certificato di conformità del controllo della produzione in fabbrica N. 1982 – CPR – 538 e Dichiarazione di Prestazione (DoP) secondo la UNI EN 13491). Lungo i giunti da ripresa di getto è stato posato il GIUNTO BT 100 (Linea PEGASO) mentre la bentonite in pasta BENTOPASTA è stata impiegata per le zone di raccordo e sigillatura.

È stata posta in opera la “cappa di protezione” con calcestruzzo di circa 5cm sopra il telo bentonitico (come da foto precedente) al fine di proteggere il telo stesso posato: tutto questo sia in vista di potenziali piogge imminenti sia per le operazioni di movimentazione della rete di armatura il tutto unito al calpestio dei posatori). Ovviamente lo spessore della platea di fondazione è stato opportunamente dimensionato dal progettista.

Impermeabilizzazione delle murature esterne con malta elastica

Per quanto riguarda la fase d’impermeabilizzazione delle murature esterne è stata espressamente richiesta dal progettista una soluzione con l’impiego di malta elastica impermeabile: la soluzione tecnica è stata trovata con la malta bicomponente SIRIOBETON FLEX/M. Questa malta non ha subito deformazioni anche se applicata in condizioni di elevata temperatura esterna ed ha un’elevata resistenza anche nelle 24 ore successive all’applicazione. Mantiene la spinta positiva ed ha una facilità di applicazione (come si evince anche dalla documentazione fotografica).

English