Impermeabilizzazione cantiere lago di Como – una soluzione eco-compatibile

L’esigenza di recuperare una struttura posta sul lago di Como conferendo caratteristiche di impermeabilizzazione delle fondazioni della struttura stessa (data la vicinanza al lago ed alle sue variazioni cicliche) ha visto l’impiego sia di prodotti bentonitici (teli bentonitici) che di impermeabilizzanti cristallizzanti per la massa del calcestruzzo. La futura struttura prevede inoltre una darsena interna con le conseguenti problematiche realizzative.

Teli bentonitici

Per quanto riguarda i teli bentonitici sono stati utilizzati i teli BENTOGEO GRIP TG e BENTOGEO GRIP TP (con certificato CE di conformità del controllo della produzione in fabbrica N. 1982 – CPR – 538 e Dichiarazione di Prestazione (DoP) secondo la UNI EN 13491) ed i giunti da ripresa di getto GIUNTO BT 100 della Linea PEGASO unitamente ad accessori come la bentonite in pasta BENTOPASTA per le zone di raccordo e sigillatura.

Tecnologia cristallina XYPEX

Realizzata la prima impermeabilizzazione mediante l’impiego di teli bentonitici si è proceduto

all’impermeabilizzazione della massa del calcestruzzo utilizzando la tecnologia cristallina XYPEX mediante l’impiego dell’additivo XYPEX ADMIX C-1000NF in ragione di 3Kg/m3 di calcestruzzo (1Kg/100Kg di cemento), aggiungendolo direttamente all’impianto di betonaggio con sacchetti fast-pack solubili. Non è stato richiesto l’utilizzo di particolari cementi in quanto la stessa tecnologia cristallina XYPEX permette di ottenere ottimi risultati.

Questa particolare tecnologia cristallina sviluppata dai laboratori XYPEX (www.xypex.com) genera in presenza di acqua una struttura distinta all’interno dei pori e dei tratti capillari della matrice in calcestruzzo capace di autorigenerarsi nel tempo.

Questa struttura cristallina è insolubile, è permanente e:

  • sigilla il cemento contro la penetrazione di acqua e altri liquidi aggressivi bloccando la porosità capillare, anche in condizioni di pressione idrostatica elevata (123,4mt di acqua pari a 175 PSI)
  • protegge contro l’attacco di cloruri e solfati
  • ha elevata resistenza a soluzioni chimiche aggressive con intervallo di pH fra 3 – 11
  • riduce gli effetti della corrosione e della carbonatazione
  • aumenta le resistenze del cls a 28gg
  • protegge contro i danni dei cicli gelo-disgelo
  • resiste a temperature comprese tra -31°C e 129°C

I prodotti XYPEX sono inoltre per costruzioni ecocompatibili (e contribuiscono in termini di punteggio LEED) in quanto:

  • non contengono VOC
  • eliminano l’applicazione di membrane esterne (materie plastiche, guaine bituminose etc)
  • il calcestruzzo può essere completamente riciclabile
  • è una soluzione permanente e non può essere danneggiata (vedasi membrane)
  • riduce la produzione di CO2 nel ciclo produttivo
  • si auto-rigenera

Dettagli

Chiaramente il grado d’impermeabilizzazione efficace di una struttura viene definito anche dai dettagli esecutivi soprattutto in quelle parti dove le strutture sono a diretto contatto con l’acqua ed in zone critiche. Le riprese di getto nella zona dedicata alla futura darsena interna all’edificio sono state sigillate prima del getto della fondazione con l’impiego del prodotto BENTOPASTA una bentonite in pasta costituita da 50% di bentonite sodica naturale e 50% di plastificanti atossici che ha un coefficiente di permeabilità di 1 x 10 -10 m/s e con l’impiego del giunto bentonitico GIUNTO BT100.

Italiano